Recensione

Massimo Padalino, Blow Up, no. 62-63, July 1, 2003

Subisce la morfologia di un classico radio work questo debut cd della performer Monique Jean. L’adieu au s.o.s., scomposto in 6 parti, è in realtà un continuum sonoro di voci trovate-recitate, flauto basso e piccolo, tempeste d’elettronica sahariana ed elucubrazioni stratificate (in un impasto risolutivo dei precedenti elementi) sulle “figure del tempo”. L’eleganza non è mai formale ed il gesto “musicale” tende sempre ad accompagnare l’esibizione vocale (laddove presente) tratteggiandone “drammaticamente” l’impatto. In tal senso, pezzi come 13’13 pour voix défigurées stanno idealmente fra L’Apocalypse de Jean (Pierre Henry; ’68) e la Rivelazione di Giovanni (Ermanno Cavazzoni, Lucia Ronchetta; ’98), fra catarsi e dolore.

Development: DIM.

By continuing browsing our site, you agree to the use of cookies, which allow audience analytics.