Stadi di Ulteriore Follia

Vincenzo Giorgio, Wonderous Stories, no 17, 1 avril 2010

Ne La notte fa (ovvero l’incontro tra due percussionisti (sic) “inquieti assai”, Michel F Côté e a_dontigny) viene preso in considerazione un substrato elettro-rock trasfigurato da un fitto uso di elettronica destrutturante (ad esempio Ritmi di oggetti ma anche le più soffuse Unlisted Card Number e soprattutto Paxil Origami Club) il tutto filtrato da una propensione addirittura “punk” (Bounce Dat ARN). Molto interessanti gli apporti degli ospiti Alexandre St-Onge (basso), Alexander MacSween (batteria) l’immancabile Bernard Falaise (chitarra) e soprattutto Jean René alla viola.

La medesima etichetta (&records) pubblica Sainct Laurens di Philippe Lauzier e Pierre-Yves Martel, opera di abbacinante introspezione timbrica dove i fiati (Philippe) e gli archi (Pierre-Yves) vengono dolcemente molestati da un’elettronica diffusa e soffusa. Nascono così piccole gemme come Brazos, Adda e Alz. Tre parole sussurrate nella penombra elettroacustica.

En poursuivant votre navigation, vous acceptez l’utilisation de cookies qui permettent l’analyse d’audience.