Recensione

Mirco Salvadori, Rockerilla, 1 juillet 2018

Quando si entra in territorio acusmatico la percezione cambia, è d’obbligo. Il suono viene ripartito tra vari altoparlanti e richiede l’immersione totale nella sua stessa materia per essere recepito. Il sound artist passa in secondo piano, pur essendo l’esecutore e il creatore della partitura, si pone in ombra rispetto al suono che trasmette. Cerimonie che forniscono elementi di incredibile spazialità, in special modo se l’offerta riguarda i micro-cosmi elettroacustici e la loro rappresentazione attraverso l’improvvisazione, la specialità della compositrice, sound artist e ricercatrice canadese Ana Dall’Ara-Majek. Contemporaneità Immersiva.

… elementi di incredibile spazialità…

En poursuivant votre navigation, vous acceptez l’utilisation de cookies qui permettent l’analyse d’audience.