electrocd

Recensione

Piergiuseppe Lippolis, Music Map, February 1, 2022

Pierre Alexandre Tremblay è un compositore e performer originario di Montréal, in Canada, nonché professore di composizione e improvvisazione all’Università di Huddersfield, in Inghilterra.

Particolarmente attivo nell’ambito della produzione elettroacustica, del jazz contemporaneo e, appunto, dell’improvvisazione, Tremblay è tornato da poco con Quatre poèmes, un lavoro (uscito per Empreintes DIGITALes) che comprende quattro brani dal minutaggio piuttosto impegnato in cui confluiscono diverse pulsioni artistiche del canadese.

Sin da Bucolic & Broken si ha un assaggio della complessità di Quatre poèmes, con un sound strumentale acusmatico e noise in alcuni passaggi, più ambient e ragionato in altri momenti, senza disdegnare parentesi groovy.

Il pezzo successivo, nureinwortgenugtnicht1, composto tra il 2014 e il 2015, conserva le stesse caratteristiche ma strizza maggiormente l’occhio alla drone music, prima che Tentatives d’immobilité ricordi perché Tremblay è considerato fra gli artisti di riferimento della musica elettroacustica della sua generazione.

Si va addirittura oltre con Newsfeed, il pezzo scritto più recentemente dall’artista, lungo oltre ventiquattro minuti, autentica chicca in termini di composizione: fra parentesi glitchate, fasi più distese dal sapore quasi cinematografico, groove incalzanti, drone e un’effettistica corposissima, non può che essere il fiore all’occhiello dell’intero lavoro, che rimane comunque a fuoco nella sua interezza e racconta, ancora una volta, la qualità della produzione di Pierre Alexandre Tremblay.

It goes even further with Newsfeed, the piece written most recently by the artist, over twenty-four minutes long, a real gem in terms of composition…